Dati pubblici e condivisione: la visione dell'Agenzia per l'Italia Digitale

immagine rappresentativa della notizia

Con le modifiche all'articolo 52 del CAD, l’Italia si è dotata di una normativa all'avanguardia relativamente alle modalità di gestione e accesso ai dati pubblici.
La normativa conferisce all’Agenzia il compito di promuovere le politiche nazionali per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e di indirizzare le amministrazioni verso un processo di produzione e rilascio dei dati pubblici standardizzato e interoperabile su scala nazionale.

L’Agenzia predispone:
- L’Agenda nazionale con la strategia di valorizzazione del patrimonio pubblico.
- Le Linee guida che supportano le amministrazioni nel processo di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico, definendo gli interventi principali da compiere per l’attuazione della strategia dettata dall'agenda nazionale
- Il Rapporto sullo stato di avanzamento del processo di valorizzazione del patrimonio pubblico.

Tutti i documenti sono rilasciati secondo i termini della licenza CC-BY-SA (attribuzione-condividi allo stesso modo). Si allegano a questo articolo gli ultimi documenti (aggiornati al 2015). Per i documenti finali fare riferimento al link dell'Agenzia.
La norma prevede l'aggiornamento annuale dei documenti assicurando il loro costante adeguamento anche in considerazione delle esigenze e dei riscontri delle amministrazioni

Attraverso l'infrastruttura SPCData (http://spcdata.digitpa.gov.it/index.html) l'Agenzia pubblica dati di tipo aperto in modalità Linked Open Data.