I-Cities2016: si prevede una piattaforma unica basata sugli open data

immagine relative alla notizia - sito smart cities - open data

Giuseppe Anastasi direttore Laboratorio Nazionale Smart Cities del CINI: “Per le città italiane occorre passare ad un approccio “orizzontale” in cui i dati prodotti dai vari sottosistemi (traffico, illuminazione, gestione dei rifiuti, monitoraggio della qualità dell’aria, ...) vengano raccolti da una piattaforma unica (o da un insieme di piattaforme interoperabili) e resi disponibili in forma di open data”.

L'intero articolo raggiungibile al seguente indirizzo:
https://www.key4biz.it/i-cities-2016-smart-city-italiane-serve-una-piatt...