ATP - Azienda Trasporti Provinciali S.p.A. (CESSATA)

Tipo società: 
società controllata (più del 50%)
Quota di partecipazione: 
50,53%

La Società gestisce il trasporto pubblico locale attraverso la controllata ATP Esercizio SRL che controlla al 51,54%.
La ATP Esercizio SRL ha per oggetto sociale:
a) esercizio dell'attività di trasporto di persone, in ambito nazionale ed internazionale, con qualsiasi mezzo e modalità, di linea e non di linea, incluso il noleggio da piazza e da rimessa, i servizi autorizzati (l.r. 31/1998 e s.m.i.), i servizi turistici e per conto terzi in generale;
b) esercizio di autoparcheggi e di altri impianti, strutture ed infrastrutture correlati e/o connessi al fenomeno della circolazione e della mobilità;
c) gestione delle altre attività, funzioni e servizi, anche ausiliari, comunque connessi al fenomeno della mobilità;
d) attività di manutenzione degli automezzi e dei mezzi di trasporto, anche per conto terzi;
e) svolgimento di qualsiasi altra attività, anche di studio, ricerca, consulenza e collaborazione, relativa o connessa al fatto del trasporto ed al fenomeno della mobilità, in tutti i suoi aspetti e problematiche, di assetto, pianificazione, organizzazione e gestione, anche per conto terzi.

A.T.P.Esercizio gestisce il trasporto pubblico locale (urbano, suburbano, extraurbano) in tutto il territorio della Provincia di Genova (con esclusione dei servizi urbani nel Comune capoluogo) oltre ad alcuni Comuni delle Province di Spezia e Savona.
Gestisce i servizi scolastici di alcuni Comuni; effettua servizi turistici e di noleggio, e la gestione delle aree di sosta a pagamento per alcuni Comuni.

NB I dati riferiti ai risultati di bilancio sotto riportati si riferiscono al bilancio di ATP SpA

Finalità istituzionali: 

Con la Deliberazione del Consiglio Provinciale n.78 del 01/12/2010, la Provincia ha deliberato di mantenere la partecipazione nel capitale sociale della Società, "in quanto gli scopi perseguiti (..) non contrastano con le disposizioni di cui all’art. 3 commi 27 e 28 della Legge Finanziaria".
Si legge in particolare nella scheda allegata alla deliberazione:
La società svolge compiti direttamente riconducibili a finalità rientranti tra quelle istituzionali (viabilità e trasporti: art.19 co.1 lett. d del TU 267/2000). Conseguentemente la partecipazione a tale società appare pienamente compatibile con le indicazioni del comma 27, articolo 3, della norma in oggetto, anche perchè la società ha “per oggetto attività di produzione di beni e di servizi strettamente necessarie per il perseguimento delle finalità istituzionali” della Provincia.
Anche il Piano di Razionalizzazione delle partecipazioni societarie, adottato dalla Città metropolitana con determinazione del Sindaco metropolitano n.60 del 31 marzo 2015, ha confermato queste valutazioni.
Tuttavia, con la "Revisione straordinaria delle partecipazioni societarie" (D.C.M n.19 del 27 settembre 2017 - adottata ai sensi dell' art.24 D.Lgs 175/2016 e D.Lgs 100/2017), il Consglio metropolitano ha dato atto che per A.T.P. S.p.A ricorreva quanto previsto dall’art.20 comma 2 lett.b. (società priva di dipendenti o con un numero di amministratori superiore a quello dei dipendenti), ai sensi del quale la quota di partecipazione avrebbe dovuto essere ceduto. Il Consiglio metropolitano, però, "ha ritenuto opportuno di non procedere ad una cessione immediata della partecipazione, bensì di individuare, insieme agli altri soci, entro il termine di dodici mesi, un diverso percorso di razionalizzazione della società stessa (fusione, o in subordine cessione)".
A seguito di ciò, sono stati avviati contatti tra i soci di ATP S.p.A e il Comune di Genova, detentore del 100% delle azioni di AMT S.p.A., per arrivare ad una fusione delle due società. Con D.C.M n.24 del 22 novembre 2017, il Consiglio metropolitano ha quindi approvato il progetto di fusione per incorporazione tra AMT S.p.A e ATP S.p.A. Tale progetto, preliminarmente fatto proprio anche dagli altri soci delle due società, è stato quindi approvato nelle assemblee straordinarie di AMT S.p.A e ATP S.p.A tenutesi il 30 novembre 2017. Le operazioni di fusione si sono concluse il 28/02/2018 e ATP S.p.A è stata cancellata dal Registro delle Imprese in data 9 marzo 2018

Sedi: 
Via Conturli, 53 – 16042 Carasco
Rappresentanti: 

Amministratore Unico: dott. Gian Alberto Mangiante === Collegio Sindacale: Beatrice Humouda (presidente), Gerolamo Giudice, Franco Caridi
Compensi (Nota integrativa 2016) C.d.A €.13.990 - Collegio Sindacale: €.17.025

Capitale sociale: 
€1.721.064,00
Durata dell'impegno (anno): 
2018
Onere gravante bilancio: 
€21.700.000,00
Risultati esercizio: 
AnnoRisultato
2016
€140.291,00
2015
€3.132.942,00
2014
€-2.757.703,00
2013
€-5.857.591,00
2012
€-2.105.702,00
2011
€70.129,00
2010
€-1.836.968,00

Bilanci Società

Anno Descrizione Dimensione
2013 Billancio PDF icon bilancio consolidato 2013 [58.08 KB]
2014 Billancio PDF icon bilancio consolidato 2014 [66.07 KB]
2015 Bilancio PDF icon bilancio consolidato 2015 [46.89 KB]
2016 bilancio PDF icon ATP CONS - bilancio 2016.pdf [46.14 KB]

Rappresentanti in ente

Titolo Compensi
Villa Alberto, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 4.650,00 corrisposto
Stagnaro Felice Dantino, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2009 € 3.288,00 corrisposto
2010 € 9.600,00 corrisposto
2011 € 8.505,00 corrisposto
Sorvino Enzo, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 5.500,00 corrisposto
Sivori Enzo, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 53.900,00 corrisposto
2008 € 53.300,00 corrisposto
2009 € 32.239,00 corrisposto
2015 € 6.650,00 PDF icon dichiarazione 2015 [130.45 KB] corrisposto
2016 € 6.300,00 PDF icon dichiarazione 2016 [142.47 KB] corrisposto
2017 PDF icon dichiarazione 2017 [39.73 KB] corrisposto
Sinisi Paolo, Vice-presidente
Vice-presidente
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2009 € 7.158,00 corrisposto
2010 € 20.100,00 corrisposto
2011 € 17.940,00 corrisposto
Rocco Marta, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2015 € 1.165,00 PDF icon dichiarazione 2015 [84.08 KB] corrisposto
2016 € 2.300,00 PDF icon dichiarazione 2016 [126.59 KB] corrisposto
2017 PDF icon dichiarazione 2017 [604.5 KB] corrisposto
Ravera Livio, Presidente
Presidente
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 66.000,00 corrisposto
2008 € 63.300,00 corrisposto
2009 € 63.900,00 corrisposto
2010 € 60.000,00 corrisposto
2011 € 57.000,00 corrisposto
Priolo Luigi, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 4.950,00 corrisposto
Picena Luigi, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 4.350,00 corrisposto
Pedroni Simone, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 0,00 corrisposto
Parodi Franco, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 20.400,00 corrisposto
2008 € 17.700,00 corrisposto
2009 € 18.600,00 corrisposto
2010 € 19.500,00 corrisposto
2011 € 18.750,00 corrisposto
Monteverde Arnaldo, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 300,00 corrisposto
Mangiante Gian Alberto, Presidente
Presidente
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2017 PDF icon dichiarazione 2017 (alla nomina) [345.94 KB] corrisposto
2018 PDF icon dichiarazione 2018 [330.44 KB]
Ivaldi Enrico, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2017 € 0,00 PDF icon dichiarazione 2017 (alla nomina) [1.53 MB] corrisposto
Humouda Beatrice, Sindaco
Sindaco
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2015 € 3.150,00 PDF icon dichiarazione 2015 [48.3 KB] corrisposto
2016 € 6.300,00 PDF icon dichiarazione 2016 [62.78 KB] corrisposto
2017 PDF icon dichiarazione 2017 [274.85 KB] corrisposto
Giudice Gerolamo, Sindaco
Sindaco
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2015 € 2.106,00 PDF icon dichiarazione 2015 [142.84 KB] corrisposto
2016 € 3.854,00 PDF icon dichiarazione 2016 [360.79 KB] corrisposto
2017 PDF icon dichiarazione 2017 [1.84 MB] corrisposto
Cecconi Riccardo, Vice-presidente
Vice-presidente
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2007 € 21.000,00 corrisposto
2008 € 18.300,00 corrisposto
2009 € 11.142,00 corrisposto
Caridi Franco, Sindaco
Sindaco
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2015 € 2.095,00 PDF icon dichiarazione 2015 [146.23 KB] corrisposto
2016 € 5.782,00 PDF icon dichiarazione 2016 [1.05 MB] corrisposto
2017 PDF icon dichiarazione 2017 [447.98 KB] corrisposto
Bertolo Giacomo, Consigliere
Consigliere
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2012 € 2.055,54 corrisposto
2013 € 1.022,00 corrisposto
Beltrami Maurizio, Vice-presidente
Vice-presidente
Anno Compenso Dichiarazione non incompatibilità Stato
2012 € 4.418,91 corrisposto
2013 € 5.975,00 corrisposto
2014 € 5.012,00 corrisposto
2015 € 5.093,00 PDF icon dichiarazione 2015 [65.4 KB] corrisposto
2016 € 4.775,00 PDF icon dichiarazione 2016 [188.01 KB] corrisposto